Domani esce Terracarne

Sarà nelle Librerie, da martedì 11 ottobre 2011, TerraCarne, di Franco Arminio.

Il libro è un viaggio che parte dalle piccole realtà interne della provincia irpina ma si “estende” anche ad altre realtà della Campania, della Pianura Campana sino ad “espandersi” oltre i confini regionali, inoltrandosi nella terra della Capitanata (Daunia) quindi la parte settentrionale della Puglia, comprendente il Tavoliere delle Puglie, il Gargano e il Subappennino Dauno. Un viaggio di “conoscenza” che arriva anche nei piccoli borghi caratteristici della Lucania. Il libro Terracarne è edito da Mondadori.



Il blog di Franco Arminio "Comunità Provvisorie" arriva nelle vostre case...lle email.


Iscrivendoti accetti che i dati saranno utilizzati da Comunità Provvisorie nel rispetto dei principi di protezione della privacy stabiliti dal decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 e dalle altre norme vigenti in materia. Accetto di ricevere questa newsletter e so che posso annullare facilmente l'iscrizione in qualsiasi momento.

6 pensieri riguardo “Domani esce Terracarne

  1. ….Ora, ho saputo dell’esistenza di una melodia segreta (1)
    che Davide suonava e compiaceva il Signore (2)
    ma tu non ti interessi veramente di musica, non è vero?
    Funziona così: la quarta, la quinta
    la minore, aumentata, la maggiore diminuita.
    Il re turbato compose un Hallelujah……
    [youtube http://www.youtube.com/watch?v=WJTiXoMCppw&w=420&h=315%5D

    l’attesa mi riempito di speranze …….domani il “natale”…..hallelluiah

  2. per cominciare c’è un’anteprima sul manifesto, un’intervista sul corriere del mezzogiorno e una recensione sul mattino.

  3. Stasera vado ritirare le mie copie. sarà una buona serata.un giorno ,forse ,lo riuscirò a leggere anche nella bocca aperta di piazza convento dove il vento ti toglie l’aria.

  4. Congratulazioni, caro Franco!
    Salve, Amici!
    Non poteva esserci migliore ottobrata per festeggiare alla luce delle nostre coscienze il pensiero tenace di Franco :-))
    Saulti affettuosi, Gaetano Calabrese.

  5. dietro ognuna di quelle porte che stanno sulla copertina si celano anni di storie, vita vissuta, si sono impregnati odori, hanno assorbito voci, suoni e silenzi.
    rispettiamo la memoria dei luoghi, come si rispetta un nonno, un genitore.
    io spero che terracarne stimoli questo, la voglia di recuperare memorie, per custodirle e non perderle nella lobotomia della comunicazione ultraveloce.

Rispondi a mercuzio Annulla risposta