poesia del 17 settembre 2014

Appena uscito dallo studio del ragioniere,
ho fatto a nuoto la strada con le scale,
sono entrato nelle pietre del paese,
dentro un lampione,
nella cucina di una casa.
Dopo la morte di mia madre,
il paese è l’ultimo utero
che mi è rimasto.

Pubblicato da Arminio

Nato a Bisaccia è maestro elementare, poeta e fondatore della paesologia. Collabora con “il Manifesto”, e "il Fatto quotidiano". È animatore di battaglie civili e organizzatore di eventi culturali: Altura, Composita, Cairano 7x, il festival paesologico ""La luna e i calanchi"". Da molti anni partecipa a innumerevoli manifestazioni sulle problematiche dei territori. Recentemente ha avviato scuole di paesologia (ne ha già svolto una decina in ogni parte d’Italia). In rete è animatore del blog Comunità provvisorie. E' sposato e ha due figli.

One thought on “poesia del 17 settembre 2014

Rispondi