buon anno

Forse è stato un buon anno paesologico, di sicuro è stato un anno provvisorio, come tutti gli altri.
Buon anno a senerchia e alla sua vena fredda.
Buon anno ad aquilonia e alla sua quercia .
Buon anno ad andretta e alla sua mite desolazione.
Buon anno a cairano e alla sua rupe.
Buon anno a bisaccia e alle sue fratture.
Buon anno a tutti i paesi e a chi li visita con un po’ di clemenza nello zaino.

8 pensieri riguardo “buon anno

  1. stamattina presto, a piazza bellini (napoli), osservavo un uccello che sbattevi le ali, sentivo l’odore del vino rimasto a terra e un pianoforte in lontananza dal vicino conservatorio, solo belle facce i rari passanti, sembrava di stare nel silenzio e nella quiete paesologica di monteverde o scampitella. peccato che qui è così solo una volta all’anno

  2. Questa mattina sono stato svegliata da un insolito cinguettio. L’albero di cachi nel cortile di fronte era ricoperto di allegri uccelli che banchettavano. Uno stormo di storni era venuto a farci visita… il giardino dorme, dormo anch’io. Buon anno!

Rispondi