che cos’è la paesologia?

guardare col corpo, scrivere col corpo, amare col corpo, lottare col corpo, parlare col corpo, dormire col corpo, sognare col corpo, morire col corpo.
la paesologia è stare in un lieve e perenne spavento, ma è anche una contentezza, si può sentire la meraviglia
delle cose usuali, ogni giornata è un capitolo dell’infinito, ci può essere beatitudine anche nella desolazione.
nell’italia di oggi essere paesologi significa dare valore ad alcune cose piuttosto che ad altre: la percezione piuttosto che l’opinione, il dettaglio piuttosto che l’astrazione, la fragilità piuttosto che l’arroganza.
non è una disciplina scientifica, ma emotiva, una postura che guarda il mondo dall’altezza del cane, uno sguardo sul mondo che non ha paura di nascondere le proprie incertezze, le proprie ossessioni, un egocentrismo che sa ascoltare.
si parte dall’idea che il mondo delle merci è un mondo morto. l’avventura degli uomini e delle donne ha bisogno di una rigenerazione, altro che riforme, altro che i giochetti di potere a cui assistiamo ogni giorno. il capitalismo nella sua affannosa manutenzione uccide ogni forma di sacralità. la paesologia è un’obiezione, è un lavorare sull’orlo, sui margini poco battuti.
il paesologo è un mistico dell’ordinario.
la casa della paesologia di trevico è un luogo di avventure dello spirito, una piccola arca contro la miseria spiriturale dilagante.
casadellapaesologia@gmail.com

oggi 22-01-2015 il venerdì di la Repubblica

Pubblicato da Arminio

Nato a Bisaccia è maestro elementare, poeta e fondatore della paesologia. Collabora con “il Manifesto”, e "il Fatto quotidiano". È animatore di battaglie civili e organizzatore di eventi culturali: Altura, Composita, Cairano 7x, il festival paesologico ""La luna e i calanchi"". Da molti anni partecipa a innumerevoli manifestazioni sulle problematiche dei territori. Recentemente ha avviato scuole di paesologia (ne ha già svolto una decina in ogni parte d’Italia). In rete è animatore del blog Comunità provvisorie. E' sposato e ha due figli.

2 pensieri riguardo “che cos’è la paesologia?

Rispondi