dalla Danimarca

dedico questi umili versi a quelli che vivono di lontananze… e approfitto per salutare tutti gli amici del blog, vecchi e nuovi arrivati.

Rimasuglio scandinavo

 

Quando il sole esce da una folla di nuvole

Tutti per strada in volata a correre biciclette

Sul tappeto lontano viale acclamato da platani e siepi

Prima alba luce che trapassa i vetri

La ferma posa del corvo sul tetto di fronte

La metrica delle movenze quasi sentinelle al

Passo con la lode del dormiveglia la stiva

Fortunale rientro dai cieli inabissati

Ritorno al precipizio dormiente

La finestra si riapre in altri centri

Quiete inesplosa nel deposito

Il randagio rintocco dei venti

Nel sottosuolo

Antonio D´Agostino

Rispondi