il nostro lavoro

il blog paesologico presto avrà importanti modifiche nella grafica e nell’impostazione. l’idea è più che mai di farne un blog collettivo. è che bisogna stare sul punto, non considerarsi parte di un gruppo senza accorgersi che il gruppo è sempre provvisorio, muta, si spegne, si riaccende, cambia umore. la novità di questa esperienza è proprio la sua mutazione continua.
ci sono tante cose da fare. segnalo, per esempio un bando da centomila euro indetto da DOPPIOZERO
e segnalo il prossimo impegno di domani a roma.
la paesologia è militanza culturale, che include anche la politica e non il contrario. non è la cultura a doversi affiancare alla politica, insomma. chi vuole lavorare qui troverò sempre grande e libera accoglienza. l’unica cosa che non possiamo permetterci è replicare le dinamiche dei partiti, è intristirci in regole e preamboli e commenti su ciò che non si è fatto e non si è detto.
vi ricordo anche le prossime scuole di paesologia, a cesena dall’otto all’undici novembre
ad aliano dal 16 al 18 novembre.
ad aliano l’iscrizione è gratis ma siccome ci sono già 55 iscritti, bisogna affrettarsi perché fra poco chiudiamo le iscrizioni.

12 ottobre a roma, nell’ambito di LOGOS, presso ex snia di via prenestina

[21:00] TERRA VS CAPITALE

con Piero Bevilacqua, Franco Arminio, e movimenti NoTav, NoInc, NoCoke. Modera Giangi (Entropia Massima – Radio Onda Rossa)

Pubblicato da Arminio

Nato a Bisaccia è maestro elementare, poeta e fondatore della paesologia. Collabora con “il Manifesto”, e "il Fatto quotidiano". È animatore di battaglie civili e organizzatore di eventi culturali: Altura, Composita, Cairano 7x, il festival paesologico ""La luna e i calanchi"". Da molti anni partecipa a innumerevoli manifestazioni sulle problematiche dei territori. Recentemente ha avviato scuole di paesologia (ne ha già svolto una decina in ogni parte d’Italia). In rete è animatore del blog Comunità provvisorie. E' sposato e ha due figli.

One thought on “il nostro lavoro

  1. Il nostro lavoro è questo :
    Ci stiamo impegnando per far chiudere le comunità montane, i piani sociali di zona, il Gal, il tribunale, il carcere e l’ospedale di Sant’Angelo e l’ospedale di Bisaccia. Chiudere numerosi comuni e accorparli, chiudere la provincia e accorparla a Benevento. Riappropriarci della gestione delle nostre acque, proibire l’estrazione di petrolio. E ce la faremo.

Rispondi