terracarne a bari

comunicato stampa

Cristo si è fermato a Eboli, sessant’anni dopo. Una nuova tappa del narratore viaggiatore che meglio di ogni altro sa raccontare il Sud. La questione meridionale analizzata in maniera fresca e originale. Franco Arminio presenta il suo nuovo libro Terracarne (Mondadori).

 

venerdì 14 ottobre

Feltrinelli

Bari

Via Melo

ore 18.30



Il blog di Franco Arminio "Comunità Provvisorie" arriva nelle vostre case...lle email.


Iscrivendoti accetti che i dati saranno utilizzati da Comunità Provvisorie nel rispetto dei principi di protezione della privacy stabiliti dal decreto Legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 e dalle altre norme vigenti in materia. Accetto di ricevere questa newsletter e so che posso annullare facilmente l'iscrizione in qualsiasi momento.

5 pensieri riguardo “terracarne a bari

  1. oggi niente scuola, me ne vado a calitri a parlare con gli antichi. devo scrivere un pezzo per la manifestazione del quindici. ho già in mente il titolo: gli indignados delle panchine…
    oggi l’altura è bellissima, è il museo dell’aria….vaghezze, deliri inaccessibili per il poveraccio che ieri riferendosi alla pagina sul manifesto diceva che racconto sempre la stessa storiella della paesologia. anche questo è un buon segno. i nemici ci sono e adesso il momento che verranno fuori. ma ora ci sono anche gli amici. e poi ho un immenso conto in banca: i miei paesi….

  2. Volevo dire solo una cosa Franco, e la voglio dire pubblicamente, perché bisogna scrollarsi di dosso questa avarizia congenita: grazie, Franco, grazie di cuore. hai dimostrato che la generosità e la pulizia e l’humanitas esistono ancora e che sono strade praticabili per chi le cerca, per chi ha il coraggio di andarsele a cercare. sono io, amico mio, che ringrazio te.
    un abbraccio
    elda

  3. Anche un anno fa era ottobre e passammo una notte nella tenda sopra il tetto dell’ospedale. Oggi la tenda non c’è più e l’ospedale è chiuso. In questa terra l’unico ricovero sicuro è la tua scrittura. Grazie e un abbraccio ad Elda.

  4. Auguri a franco per la sua ultima opera. Sono certo che ricevera’ apprezzamenti dal pubblico e dalla critica.
    Ti aspetto nella terra di mezzo appena finirai il gran tour;)
    un abbraccio a Elda

  5. Franco, ci vediamo a Napoli. e soprattutto vorrei sottolineare che l’azzardo di rifondare da subito un blog di scrittura collettiva e paesologico, – dopo la inopinata ed avvilente (per le menti e per gli animi) diaspora della Comunità provvisoria ed il fallimento di Cairano7x – sta risultando un buona “giocata”.
    Si continueranno a tracciare le strade e su quelle forse si continuerà a camminare ancora un pò fianco a fianco.
    Vorrei abbracciare Fabio, Elda soprattutto, ma mi rendo conto che non sono sempre buono a farlo, dimenticando spesso il valore del tempo che ci segna.

Rispondi