SABATO

di Eliana Petrizzi Tardo pomeriggio. Cielo fermo, aria grigia. Poca gente, soprattutto straniere. Negozi chiusi. Molti falliti, sostituiti da franchising di abbigliamento, punti scommesse e compro oro. Nelle vetrine, i manichini già in abiti invernali. Pantaloni scuri, maglioni neri, gilet grigi: un manipolo di miserabili davanti a un camino spento. Al lungomare resto poco perché,Continua a leggere “SABATO”

La festa di andare a zonzo

di Giuseppe Montesano E’ come tornare a vivere in un sogno troppo a lungo dimenticato: mi aggiro eccitato e sballottato in mezzo a una folla che fruscia, sussurra, croscia come un mare, e sento solo il rumore delle voci e dello scalpiccio dei passi; sullo sfondo il Vesuvio azzurro nel cielo azzurro, lavato dalla luceContinua a leggere “La festa di andare a zonzo”