Ipocondria, paesologia, poesia, politica

di Francesco Ventura 1. L’angustia e l’ampiezza Alla lettera è “studio dei paesi”. Si sa però che la Paesologia non è una disciplina. È un nome coniato per indicare qualcosa che ancora non lo aveva. Per adesso ci si può contentare di una sintesi: la parola indica un percepire la mutevole molteplicità delle relazioni colContinua a leggere “Ipocondria, paesologia, poesia, politica”

Irpinia tra oriente ed occidente

di Mauro Orlando “…non è il mondo che vorrei trasformare, ma il mio modo di stare al mondo , e considero questa la vera rivoluzione…”, perché …. ….l’essenziale è invisibile agli occhi.” ( J. Ochayava) Vivo gran parte dell’anno sulle sponde di un lago educando lo sguardo ad orizzonti cortissimi , sento il richiamo forteContinua a leggere “Irpinia tra oriente ed occidente”

Due parole sul “mio” VENTO FORTE TRA LACEDONIA E CANDELA

di Sandro Abruzzese Due parole sul “mio” VENTO FORTE TRA LACEDONIA E CANDELA (prima parte) E’ il primo libro di Franco Arminio che ho letto, e quello che regalo più spesso, quando voglio che gli altri mi conoscano, sappiano da dove vengo. Vento forte per me rappresenta la narrazione cruda e lirica di una presaContinua a leggere “Due parole sul “mio” VENTO FORTE TRA LACEDONIA E CANDELA”

Micro-radio-bio-grafie

di Fabio Nigro Il pub ha chiuso. Quando entro Luciano sta smontando le assi del soppalco. Per stasera questo non ci sarà più, mi dice. Sul bancone chiavi inglesi e trapani si alternano a bicchieri e bottiglie. Se ti piace qualcosa, portala via, mi dice. Sopra una mensola in cima alla scaletta che portava alContinua a leggere “Micro-radio-bio-grafie”

LA PAESOLOGIA

di Claudia Fabris La Paesologia riflessione al Sud di mezza estate La paesologia mi sembra una parola per contenere in una forma un modo di guardare la vita, di sentirla. Uno stato dell’essere Se mi fermo un attimo posso richiamarlo dentro me quello sguardo E’ il mio sguardo migliore, quello più largo…all’esterno deve sembrare malinconicoContinua a leggere “LA PAESOLOGIA”

A SCUOLA DI PAESOLOGIA CON FRANCO ARMINIO – DALL’AQUILA

di Barbara Vaccarelli Ci sono momenti in cui sento di dovere qualcosa al mio terremoto e all’esigenza personale di conoscere i risvolti sui luoghi e sulle comunità che hanno già vissuto un post sisma. Esistono intere comunità di questa nazione che da decenni fanno i conti con il lutto, la perdita della loro storia eContinua a leggere “A SCUOLA DI PAESOLOGIA CON FRANCO ARMINIO – DALL’AQUILA”

Un paesologa ad Aliano

di Maira Marzioni Ad Aliano i primi panini dal forno escono alle otto e mezzo della mattina. L’aria è fresca oggi, è presto, ho dormito poco, ma capisco che alle otto un paese è più chiaro che alle undici, si mostra, vive componendo necessità, alle undici è già un’altra cosa, è diventato già più superfluo.Continua a leggere “Un paesologa ad Aliano”

La paesologia come rivoluzione erotica e viandante

Da domani ad Aliano, nell’Appennino lucano, inizia un festival unico. La paesologia come rivoluzione erotica e viandante Oggi è uscita una bella pagina su IL MANIFESTO. Ecco il testo. fate girare. chi non viene ad Aliano sia generoso.  *** LA LUNA E I CALANCHI, Festival della paesologia, dal 29 al 31 agosto, Aliano, Mt LaContinua a leggere “La paesologia come rivoluzione erotica e viandante”

I BORGHI DELL’UTOPIA

 I BORGHI DELL’UTOPIA – di FRANCO ARMINIO IL MANIFESTO – 18/07/2013 Il tour di un paesologo attraverso gli anfratti più reconditi di tre regioni: Basilicata, Calabria e Campania. Tra montagne in cerca di un nuovo umanesimo, borghi da raccontare e intellettuali tardo-magno greci La Salerno-Reggio Calabria a un certo punto esibisce i suoi famosi cantieri. HoContinua a leggere “I BORGHI DELL’UTOPIA”